Catalogo
ALESSANDRO VICARIO. ALONG THE WALL
Berlin 2009
Curatore:
Giovanni Pelloso, Roberta Valtorta
Formato:
24x24
Pagine:
96
N. illustrazioni:
60 a colori
Rilegatura:
brossura con alette
Anno pubblicazione:
2010
Lingua:ed. bilingue italiano/inglese
ISBN/EAN:9788836618828
Prezzo:
22,00 Euro

Along the Wall. Berlin 2009 è un progetto che il fotografo Alessandro Vicario (Modena, 1968) ha realizzato nel 2009 – il ventennale della caduta del Muro di Berlino – e che ora, nell’anniversario della Riunificazione tedesca, viene presentato per la prima volta al pubblico.
L’autore ha concentrato la sua attenzione sulle persone che transitano davanti ai tratti del Muro di Berlino rimasti. Le immagini sono giocate sul contrasto tra la figura umana, evanescente e dinamica, in movimento davanti alla macchina fotografica, e la porzione di Muro sullo sfondo, sempre nitido e ben visibile.
Il mosso di Vicario – osserva Roberta Valtorta – è di tipo esistenziale, psicologico, anche sociologico. Indica il tentativo dell’uomo contemporaneo di entrare in contatto con il mondo nel quale vive, di capire se siano i luoghi a cambiare più velocemente, o la sua vita. Il catalogo accoglie i testi critici dei curatori ed è completato da apparati biografici.

Alessandro Vicario: avvicinatosi alla fotografia da giovanissimo, ha compiuto i suoi studi a Milano dove insegna, dal 2005, all’Istituto Italiano di Fotografia. Numerose le mostre, personali e collettive, cui ha partecipato. Sue opere sono presenti nelle collezioni Alinari 24 ORE (Firenze), Museo Villa dei Cedri (Bellinzona), Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo, Fondazione San Fedele (Milano), Centro de Fotografia de Tenerife.


Milano, novembre 2010


Alessandro Vicario focuses his gaze on people as they pass by stretches of the Berlin Wall that are still standing. His Photographs paly on the contrast between the human figure, captured as it moves in front of the lens, and the section of Wall, always sharply defined and clearly visible, in the background. Vicario's blurring is an existential, psychological and also sociological blurring.
It expresses trepidation, instability. It indicates modern man's attempt to establish contact with the world in which he lives, to understand if it is the places that are changing more rapidly, or his life.


Milan, november 2010