Catalogo
GIORGIO CASALI photographer/domus 1951-1983
architecture, design and art in Italy
Autore:
Angelo Maggi, Italo Zannier
Formato:
23 x 28
Pagine:
216
N. illustrazioni:
202 in b/n e 66 a colori
Rilegatura:
brossura con alette
Anno pubblicazione:
2013
Lingua:ed. bilingue italiano/inglese
ISBN/EAN:9788836625871
Prezzo:
29,00 Euro

Giorgio Casali (Lodi, 1913 - Milano, 1995) è stato uno dei grandi fotografi di architettura e design del Novecento. La sua lunga collaborazione con la rivista Domus – iniziata negli anni cinquanta, dopo aver fotografato per Gio Ponti la sedia Superleggera – ha contribuito a definire quella particolare fisonomia della rivista che l’ha resa famosa nel mondo; celebri sono ancora oggi alcuni dei suoi scatti, come quello della lampada Arco di Castiglioni. Il volume presenta una selezione dell’immensa produzione di questo fotografo, confluita presso l'Archivio Progetti dello IUAV di Venezia e oggetto di un imponente lavoro di archiviazione e restauro. Di Casali però non vengono presentati solamente i lavori professionali ma anche le fotografie più personali, legate ai suoi affetti e ai suoi viaggi, molte delle quali stupiscono ancora oggi per la straordinaria forza espressiva. Il volume accoglie i testi di Italo Zannier, la cui fama in Italia è indissolubilmente legata alla fotografia e di Angelo Maggi, docente di storia della Fotografia presso lo IUAV.


Giorgio Casali: (Lodi, 1913 – Milano, 1995). Orfano dei genitori, si trasferisce a Milano nel 1928, dove comincia a lavorare come garzone nello studio fotografico Rambaldi. Nel 1938 avvia uno studio fotografico in società con Giovanni Muzzarelli. Nel 1951 entra in contatto con Gio Ponti per il quale realizza le iconiche immagini della Superleggera. Da questo momento matura una proficua collaborazione di circa trent’anni con la rivista internazionale Domus. Casali diventa il fotografo preferito da molti tra i più importanti architetti e designer italiani, come Franco Albini, Gianni Avon, Gae Aulenti, Studio BBPR, Marco Zanuso solo per citarne alcuni. Nel 1971 riceve il premio “A d’oro” della città di Milano riservato ai migliori fotografi di architettura, interni e design.




Verona, febbraio - maggio 2013

Londra, giugno 2013