Catalogo
MARMO
Scultori e sculture contemporanei
Autore:
Reinhold Kohl
Formato:
24 x 28
Pagine:
192
Rilegatura:
Brossura con alette
Anno pubblicazione:
2014
Lingua:Ed. bilingue italiano/inglese
ISBN/EAN:9788836629091
Prezzo:
25,00 Euro

La struttura espressiva di questo volume è fotografica, consiste, infatti, d'immagini frutto del lavoro appassionato, continuativo e attento di Reinhold Kohl, professionista e artista della fotografia, che dagli anni ottanta del Novecento ha fissato sul supporto sensibile della pellicola i tanti scultori di prestigio internazionale operosi a Carrara e nel più vasto ambiente apuano, ritratti in attitudini e situazioni che attestano la loro attività creativa.
I nomi dei protagonisti sono presto detti: Guadagnucci, Poncet, Vangi, Cardenas, Botero, Signori, Max Bill, Finotti, Bodini, Pistoletto, Theimer fino alla colonia fiorente dei giapponesi, Yasuda, Ogata, Nakamura.
Antoine Poncet nel laboratorio Nicoli a Carrara intento all'esecuzione di un'Alba o a dialogare con le maestranze, Giuliano Vangi in un teso raccoglimento interiore, Novello Finotti chino a investigare il marmo o esultante al cospetto dei bacini marmiferi, Michelangelo Pistoletto in attitudine pensosa, Dunchi assorto, Bodini rilassato, Theimer nell'atto di cesellare la cera, Ferdinando Botero, grave nell'espressione, davanti a un suo cavallo, Ogata mentre volge il volto ridente verso una sua aerea goccia, sono esempi espressivi di ciò che ha prodotto l'occhio del fotografo.
Le sculture, poste al cospetto delle Apuane e dell'azzurro del cielo o inserite in contesti naturalistici e urbani, in interni o sullo sfondo variegato di cromatiche atmosfere, si propongono, nelle riprese di Kohl, con un'inedita e godibile identità formale.



The expressive structure of this volume is photographic; indeed, it is made up of images which are the fruits of a labour of love, a meticulous, incessant one by Reinhold Kohl, a photography professional and artist. Since the 1980s he has recorded on sensitive film the many prestigious international sculptors working in Carrara and in the wider Apuan area, portrayed in positions and situations that demonstrate their creative activities.
The names of the protagonists roll off the tongue: Guadagnucci, Poncet, Vangi, Cardenas, Botero, Signori, Max Bill, Finotti, Bodini, Pistoletto, Theimer through the flourishing colony of Japanese artists, Yasuda, Ogata, Nakamura.
Antoine Poncet in Nicoli laboratory in Carrara intent on the execution of an Alba or chatting to the workmen, Giuliano Vangi absorbed in thought, Novello Finotti bent over, examining his marble or exultant at the sight of marble quarries, Michelangelo Pistoletto in a pensive mood, an engrossed Dunchi, a relaxed Bodini, Theimer chiselling wax, Ferdinando Botero, a serious expression on his face, standing before his horse, Ogata laughing as he looks at his toy aeroplane; all expressive examples of what the photographer's eye produced.
The sculptures, located in the shadow of the Apuan Alps under the blue skies or placed in natural or urban settings, indoors or with multi-coloured backgrounds, in Kohl's pictures, assume a new and gratifying formal identity.