Catalogo
IMPREVEDIBILE
Essere pronti per il futuro senza sapere come sarą
Curatore:
Giovanni Carrada, Cristiana Perrella
Formato:
17 x 24
Pagine:
112
N. illustrazioni:
100
Rilegatura:
Brossura con alette
Anno pubblicazione:
2017
Lingua:Ed. bilingue italiano/inglese
ISBN/EAN:9788836638161
Prezzo:
25,00 Euro


Prevedere il futuro è una delle aspirazioni umane più profonde, ma il futuro non si lascia decifrare. Le previsioni sbagliate o mancate sono infatti la regola, non l’eccezione. Per questo il mondo moderno, che è basato sul cambiamento continuo di ogni aspetto della nostra vita, e quindi sull’incertezza, ci inquieta così tanto. Ma il fatto che il futuro non si lasci prevedere è una notizia buona, non cattiva. Perché se sarà sempre una sorpresa, nessuno lo potrà mai dominare. E ci potranno sempre essere cambiamenti politici, mobilità sociale e progresso. Basta tenere gli occhi aperti, e non farsi spaventare dalle cose nuove.
Proponendo un percorso di riflessione su un tema molto attuale in un momento di grande incertezza come quello che stiamo vivendo, la mostra alterna opere di artisti internazionali a exhibit scientifici, attivando connessioni impreviste e integrando approcci diversi per una comprensione più profonda e stimolante degli argomenti trattati.

To foresee the future has always been one of the deepest human ambitions, but the future does not lend itself to deciphering. Flawed or totally wrong predictions are the rule, not the exception. This is why the modern world, based on continuous change in every aspect of our lives, and therefore on uncertainty, fills us with such a sense of disquiet. But the fact that the future defies our attempts to predict it is actually good news. Because if there are always surprises, no one can keep the world under control. So there will always be political changes, social mobility and progress. We simply have to keep our eyes open, refusing to be frightened by new developments. Suggesting a path of reflection on a very timely theme, in a moment of great uncertainty such as our present, the exhibition alternates works by international artists with scientific exhibits, activating unexpected connections and combining different approaches to reach a deeper, more stimulating understanding of the topics addressed.

Artisti / Artists: Pablo Bronstein, Martin Creed, Olafur Eliasson e Frederik Ottesen, Flavio Favelli, Martino Gamper, Tue Greenfort, Ryoji Ikeda, Christian Jankowski, Elena Mazzi e Sara Tirelli, Tabor Robak, Tomas Saraceno, Yinka Shonibare MBE, Superflex, Nasan Tur, Joep Van Lieshout, Ai Weiwei


Bologna, Fondazione Golinelli, ottobre / October 2017 - febbraio / February 2018