Catalogo
EVA FRAPICCINI
Il Pensiero che non diventa Azione avvelena l'Anima
Curatore:
Connecting Cultures, Isole
Formato:
17 x 24
Pagine:
144
N. illustrazioni:
56
Rilegatura:
Brossura
Anno pubblicazione:
2018
Lingua:Ed. bilingue italiano/inglese
ISBN/EAN:9788836640188
Prezzo:
22,00 Euro


Il volume racconta la genesi, gli obiettivi, le aspettative e il significato del progetto artistico di Eva Frapiccini, Il Pensiero che non diventa Azione avvelena l’Anima, che affronta il tema della legalità, riconoscendo alle pratiche creative l’importante valore di generare nuovi punti di vista e riflessioni inedite sulla storia contemporanea.
Nel suo percorso di ricerca sui personaggi che hanno caratterizzato la stagione di lotta alla mafia siciliana tra gli anni Settanta e Novanta del XX secolo, Eva Frapiccini focalizza la dimensione intima che si manifesta nelle testimonianze del lavoro di magistrati, giornalisti, sindacalisti e ispettori di Polizia, o di cittadini che hanno speso la propria vita contro la mafia: una documentazione fotografica d’autore ripropone immagini, appunti, agende, documenti di indagini, rinvenuti presso archivi pubblici e privati, quale traccia del pensiero e dell’azione che sostanziano i singoli percorsi di lotta.
Il lavoro dell’artista è dunque un archivio in fieri, che tramite un’installazione accessibile, consultabile e coinvolgente, invita il pubblico ad addentrarsi nella quotidianità dei singoli percorsi e ne recupera la memoria e la dignità.

This book describes the genesis, objectives, expectations and meaning of Eva Frapiccini’s artistic project called Il Pensiero che non diventa Azione avvelena l’Anima (Words without Action poison the Soul) that faces the subject of lawfulness. It recognizes creative practices with the important aspect of generating new viewpoints and unprecedented considerations regarding contemporary history.
During her research path regarding figures who have marked the period of struggles against the Sicilian Mafia between the 1970s and 1990s, Eva Frapiccini focused on the intimate dimension that surfaced in the accounts reporting on the work of magistrates, journalists, trade unionists and Police inspectors, or even citizens who spent their lives in the war against the Mafia. Fine art photography provides documentation involving the images, notes, agendas, investigation reports that have been discovered in public and private archives, as an outline of the thoughts and actions substantiating the single paths of struggle. Therefore the work of the artist is an archive-in-progress that uses an accessible, available and captivating installation in inviting the public to delve into the everyday aspects of the single paths – hence recovering their memory and dignity.



Palermo, Archivio Storico Comunale, giugno / June - agosto / August 2018
Bruxelles, Istituto Italiano di Cultura, novembre / November 2018
Senigallia, MUSINF, dicembre / December 2018 - marzo / March 2019