Catalogo
PHOEBE UNWIN
Field
Formato:
22 x 26,5
Pagine:
92
N. illustrazioni:
30
Rilegatura:
Cartonato con plancia
Anno pubblicazione:
2019
Lingua:Ed. bilingue italiano/inglese
ISBN/EAN:9788836642656
Prezzo:
24,00 Euro


L’artista inglese Phoebe Unwin (Cambridge, 1979) presenta in questo volume una serie di nuovi disegni a carboncino e dipinti a olio.
Il titolo evoca molteplici connotazioni. Il ‘campo’ (Field) rimanda al paesaggio, ma anche alle campiture di colore e al taglio della visione. È un luogo di mezzo, un soggetto pittorico tradizionale che permette all’artista di oscillare fra il figurativo e l’astratto, di investigare le qualità formali della pittura.
La superficie stratificata e porosa delle opere e la messa a fuoco appannata dei soggetti generano un dinamismo della visione all’interno di ogni quadro e un’intima relazione tra un’opera e l’altra. Unwin crea immagini sospese in un tempo e in uno spazio indeterminati, in una delicata alternanza di orizzonti in cui sono liberamente elaborati influenze artistiche, letterarie, cinematografiche e personali.
Il volume accoglie un testo critico di Declan Long, un’intervista all’artista raccolta da Simone Menegoi e apparati biografici.

English artist Phoebe Unwin (Cambridge, 1979) presents in this volume a series of new charcoal drawings and oil paintings.
The title evokes multiple connotations. Field refers to the landscape, but also to the backgrounds of color and the vision cut. It is a middle place, a traditional pictorial subject that allows the artist to oscillate between the figurative and the abstract, to investigate the formal qualities of painting.
The stratified and porous surface of the works and the blurred focus of the subjects generate a dynamism of vision within each painting and an intimate relationship between one work and the other. Unwin creates images suspended in an indeterminate time and space, a delicate alternation of horizons in which artistic, literary, cinematographic and personal influences are freely elaborated. The volume includes a critical text by Declan Long, an interview with the artist collected by Simone Menegoi and biographical apparatus.



Reggio Emilia, Collezione Maramotti, ottobre / October 2018 - marzo / March 2019