Catalogo
LELLI E MASOTTI
Musiche
Curatore:
Marco Pierini
Formato:
20 x 24
Pagine:
184
N. illustrazioni:
120
Rilegatura:
Brossura con alette
Anno pubblicazione:
2019
Lingua:Ed. bilingue italiano/inglese
ISBN/EAN:9788836643448
Prezzo:
29,00 Euro


Musiche
 affrancate da ogni categoria, classificazione, genere, restituite non soltanto nella dimensione del concerto, ma anche in quella della prova, della composizione, e attraverso il riverbero del pubblico […] la cui compresenza con gli interpreti nello spazio e nel tempo rende possibile l’evento dell’esecuzione, replicabile all’infinito, e insieme unico e irripetibile.

Musiche once freed from all categories, classification and genre, expressed not only in the concert dimension but also in that of rehearsals, composition, and through the reaction of the audience […] whose presence along with the performers in space and time makes the performance event possible, replicable ad infinitum, and at the same time both unique and unrepeatable.

Marco Pierini

Nella fotografia musicale nasce un’antropologia muta del suono, secondo una specifica forma narrativa che coglie spesso il punto di intersezione fra azioni che si fanno attendere ed eventi che ne modifichino il senso: il mondo di Lelli e Masotti si ritaglia su questa faglia sottile, che è la stessa su cui si muove lo sviluppo della temporalità musicale. L’accadere del suono si accosta continuamente alle forme drammatiche dei caratteri umani, facendoci entrare in situazioni ironiche, estatiche, drammatiche, divertite attraverso la relazione che si crea fra musicista, strumento e pubblico, o scavando nella solitudine della performance: il suono si fa così mondo, in senso pieno.

A silent anthropology of sound stems out of musical photography, according to a specific narrative form that often captures the point of intersection of actions that are awaited and events that change their meaning. The world of Lelli e Masotti has carved out a place for itself on this thin layer, which is the same layer on which musical temporality develops. The happening of sound is constantly juxtaposed to the dramatic shapes of human characters, introducing us to ironic, ecstatic, tragic, amused situations through the relation that is established between the musician, the instrument and the audience, or delving into the solitude of a performance – thus, sound becomes a world, in its fullest sense.

Carlo Serra


Milano, Palazzo Reale, maggio / May - giugno / June 2019